Anche la Spagna scende in piazza contro terrorismo e guerra: #NoenNuestroNombre

manif_madrid_nowarSabato 28 novembre in diverse città spagnole si svolgeranno manifestazioni contro il terrorismo e contro la guerra. No en Nuestro Nombre sarà lo slogan, proprio come Not in My Name era stato lo slogan dei sit-in che hanno avuto luogo in Italia lo scorso sabato.

“Mostreremo il nostro rifiuto agli attacchi terroristici di Parigi ed in Libano, il nostro rifiuto ai bombardamenti contro la popolazione civile siriana, alla riduzione delle libertà democratiche, alla politica bellicista iniziata da Bush, Blair ed Aznar”  si legge nel comunicato, che si può leggere per intero (e sottoscrivere) a questo link.

“Contro il terrorismo, contro l’islamofobia e contro le loro guerre. Né la riduzione delle libertà né i bombardamenti ci porteranno sicurezza e pace: NON in nome nostro”, sono le ultime frasi del comunicato.

Le manifestazioni principali si terranno a Madrid (alle 12 del 28 novembre in Piazza del Reina Sofia), a Barcellona (ore 17 Pl. Universitat), Cadice (San Juan de Dios ore 12) e Saragozza (Pl. de España ore 12).

Il manifesto della mobilitazione è stato pubblicato questo lunedì, e sono già arrivate oltre 22.000 adesioni fra cui anche il sindaco di Barcellona Ada Colau, il sindaco di La Coruña Xulio Ferreiro, quello di Cadice José María González detto”Kichi”, l’attore Juan Diego Botto ed il noto presentatore televisivo Chechu Monzón, conosciuto come “El gran Wyoming”.

Per quanto riguarda il posizionamento dei partiti, i socialisti hanno affermato che non è il momento di tirar fuori la bandiera del “no war”, pur dicendosi d’accordo in termini generali con le posizioni anti interventiste. Per quanto riguarda il Partido Popular, la reazione è stata dura. “Irresponsabilità” e “buonismo retrogrado della sinistra” sono alcune delle critiche che il partito di governo ha rivolto agli organizzatori.

Redazione El Itañol

Redazione El Itañol

"El Itagnol" è un sito dedicato alla Spagna e all'Italia. Ci occupiamo di attualità, ambiente, cultura, viaggi. Su "El Itagnol" si trovano anche informazioni pratiche e consigli per chi si muove fra questi due paesi, per viaggio o per viverci
Redazione El Itañol

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *