Un Quarto Stato al Retiro di Madrid: il video di Unidad Popular per il 20D

unidad_popular_quarto_statoLa sinistra spagnola “a sinistra” di Podemos punta tutto sulla memoria e sull’orgoglio delle sinistre, fra Quarto Stato e foto storiche.

Mancano pochi giorni alle elezioni politiche in Spagna e tutti i partiti stanno dando il massimo per far conoscere il proprio programma agli elettori. In TV, con le pubblicità sui giornali, con i cartelloni e manifesti affissi per strada, ma anche con i tweet, i post su facebook e i video su You Tube. Tutti sistemi usati per fare campagna.

Il video di Izquierda Unida-Unidad Popular prende spunto dal Quarto Stato del pittore italiano Giuseppe Pellizza da Volpedo, diventato un simbolo per tutte le sinistre del mondo durante il XX secolo, e punta tutto sul senso di appartenenza della sinistra. Il video inizia con una voce fuori campo ed un uomo visto di spalle, e due bambini che giocano. Mentre la voce fuori campo elenca il nuovo paese che IU-Unidad Popular vuole costruire, l’inquadratura si avvicina all’uomo di spalle, fino a che non si scopre che è il candidato alla presidenza, il trentenne Alberto Garzòn.Quarto_Stato

È a questo punto che dietro ad Alberto Garzòn si vede una multitudine avanzare, proprio come nel Quarto Stato di Pellizza da Volpedo. Il video a quel punto punta tutto sul senso di orgoglio della sinistra, sulla memoria del passato: scorrono le immagini di Salvador Allende, quelle della Rivoluzione dei Garofani in Portogallo, la foto di Dolores Ibarruri (la pasionaria) a braccetto con Rafael Alberti in parlamento, le mobilitazioni contro la guerra del 2003-2004.

Il video è girato nel Parque del Retiro di Madrid e si può vedere qui sotto.

Redazione El Itañol

Redazione El Itañol

"El Itagnol" è un sito dedicato alla Spagna e all'Italia. Ci occupiamo di attualità, ambiente, cultura, viaggi. Su "El Itagnol" si trovano anche informazioni pratiche e consigli per chi si muove fra questi due paesi, per viaggio o per viverci
Redazione El Itañol

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *