Madrid a targhe alterne per la prima volta nella sua storia: l’inquinamento dell’aria è troppo alto

Per la prima volta nella sua storia, Madrid applicherà domani il sistema delle targhe alterne e vedrà circolare soltanto le auto con targhe pari.

Lo sforamento dei livelli di NO2 ha fatto sì che sia entrata in vigore la fase 3 del protocollo municipale sull’inquinamento dell’aria. I livelli precedenti, entrati in vigore più volte lo scorso autunno, prevedono la circolazione a velocità ridotta e il divieto di parcheggio nei quartieri centrali da parte dei non residenti. Stavolta però si è applicata una misura più severa, e dovranno restare fuori dalla M-30 tutti i veicoli con ultima cifra della targa che sia pari. Potranno invece circolare le targhe che finiscono con numero dispari.

Si tratta della prima volta che a Madrid si applica una misura del genere; una misura invece abituale a Roma, o Parigi.

Madrid applica per la prima volta questa misura, molto usata già in città come Roma e Parigi

La proibizione di circolazione andrà avanti dalle 6.30 della mattina alle 21 del 29 dicembre 2016. Sulla M-30 e le strade di accesso alla capitale, la velocità di circolazione sarà ridotta a 70 km/h e non potranno parcheggiare al centro i non residenti.

L’anticiclone che da giorni permane su Spagna (e Italia) ha fatto alzare a livelli di guardia le concentrazioni di sostanze tossiche nell’atmosfera delle grandi città. Madrid vive da anni un annoso problema di inquinamento dell’aria, e la giunta della Carmena sembra essere la prima ad occuparsene in modo serio dopo anni di disattenzione.

Redazione El Itañol

Redazione El Itañol

"El Itagnol" è un sito dedicato alla Spagna e all'Italia. Ci occupiamo di attualità, ambiente, cultura, viaggi. Su "El Itagnol" si trovano anche informazioni pratiche e consigli per chi si muove fra questi due paesi, per viaggio o per viverci
Redazione El Itañol

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *