Indipendenza della Catalogna, si apre una settimana decisiva

bandiera catalogna

La bandiera ufficiale della Catalogna, regione della Spagna

Inizia oggi una settimana decisiva per gli indipendentisti catalani. Il governo della Catalogna, guidato da Puigdemont, annuncerà infatti a giorni la data del nuovo referendum per l’indipendenza dalla Spagna.

È un referendum che il governo centrale, guidato da Rajoy, ha già definito “illegittimo” e che per questo non avrà nessuna conseguenza ufficiale. Gli indipendentisti sono però decisi ad andare avanti comunque con il piano secessionista, nonostante il muro di Madrid. Ed è proprio questa situazione che preoccupa di più a livello centrale: “uno scontro fra treni”, lo definisce la stampa spagnola, perché si tratterebbe di un evento inedito nella storia recente del paese.




Una settimana decisiva: la notizia sul quotidiano El País

Già nel 2014 si era tenuto in Catalogna un referendum per l’indipendenza, ed anche in quel caso era stato dichiarato illegittimo e per questo non valido. Ciò nonostante molte persone si erano recate ugualmente alle urne.

Il 9 novembre del 2014 si era già tenuto un referendum per l’indipendenza

Il presidente del governo della Catalogna, Carles Puigdemont

Stavolta però, quasi 3 anni dopo, il governo catalano sembra deciso ad andare avanti costi quel che costi, nonostante i “no” di Madrid.

Intanto, proprio il rifiuto del governo Rajoy a qualsiasi mediazione con gli indipendentisti catalani,  viene criticato da una parte del mondo politico spagnolo, dai socialisti a Podemos.

Proprio il muro contro muro avrebbe portato, secondo questa visione, a un inasprimento delle posizioni indipendentiste.

Questi partiti comunque si mostrano entrambi contrari all’indipendenza della regione spagnola. Podemos si mostra contraria, anche se allo stesso tempo difende il diritto del popolo catalano a pronunciarsi su un tema così delicato.




Redazione El Itañol

Redazione El Itañol

El Itagnol è il sito di attualità, notizie di ambiente, cultura e tanto altro dall'Italia e dalla Spagna
Redazione El Itañol

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *